HOME

CONTATTI

BENVENUTI IN POLIPROJECT - VI TROVATE NELLA SEZIONE PAVIMENTI

PAVIMENTO SOPRAELEVATO GALLEGGIANTE





Le tecniche costruttive degli edifici sono notevolmente cambiate negli ultimi tempi per far posto ai nuovi concetti di flessibilità che sono diventati presupposti indispensabili nella concezione moderna degli spazi
Nell’organizzazione degli spazi interni del moderno edificio terziario è cresciuta l’importanza delle cosiddette finiture tecniche tra le quali il pavimento sopraelevato galleggiante assume un ruolo di primaria importanza.
Il pavimento sopraelevato galleggiante è la soluzione per l’utilizzo razionale degli spazi attraverso la creazione di un sistema adeguato di rete di distribuzione (elettrica, idrica, ecc.), di trasmissione (telefonica ed informatica) e di automazione (sistema di sicurezza, antincendio, ecc.).
Caratteristica prevalente del pavimento sopraelevato galleggiante è la possibilità di creare un’intercapedine in cui installare a cielo aperto, e secondo percorsi minimi ottimali, le reti impiantistiche prima della posa dei pannelli ma anche dopo il completamento delle opere edili. Così si risolve in modo pratico e razionale la netta contraddizione che normalmente esiste tra la struttura edile concepita per restare immutata nel tempo ed il sistema impianti in continua evoluzione.

 

Il pavimento sopraelevato galleggiante è costituito da tre elementi essenziali:
1. Struttura Portante.
2. Anima strutturale dei pannelli modulari.
3. Rivestimento di finitura superiore.

 

1. Struttura Portante

La struttura metallica di sostegno sulla quale poggiano i pannelli è in genere realizzata in acciaio.
A seconda delle esigenze di altezza del pavimento e/o di portata, viene scelto il tipo di struttura idoneo.
Le strutture portanti si suddividono in due categorie principali:
- con traversi di collegamento delle colonne regolabili;
- con sole colonne regolabili.

 

2. Anima strutturale dei pannelli modulari

Di dimensioni standard di 600x600 mm., sono disponibili in diversi materiali, con bordo perimetrale di protezione in PVC colore nero standard o in altri colori a richiesta, nonché di idoneo controplacaggio; sono disponibili varie tipologie:
- in conglomerato di legno, resine ed inerti ad alta densità negli spessori mm. 30 e 38; densità Kg/mc. 700;reazione al fuoco Classe 1; resistenza al fuoco REI 30’/60’.
- in conglomerato di legno, resine ed inerti ad alta densità sp. mm. 28 accoppiato con solfato di calcio sp. mm. 12;densità Kg/mc. 700/1400; reazione al fuoco Classe 1; resistenza al fuoco REI 60’.
- in silicato di calcio e fibra di legno mineralizzata sp. mm. 37; densità Kg/mc. 1300; reazione al fuoco Classe 1; resistenza al fuoco REI 90’.
- in solfato di calcio anidro monostrato sp. mm. 34; densità Kg/mc. 1400; reazione al fuoco Classe 1; resistenza al fuoco REI 90’.
- in silicato di calcio monostrato con armatura di fibre mineralizzate sp. mm. 28 o 30; densità Kg/mc. 1900; reazione al fuoco Classe 0; resistenza al fuoco REI 90’.

 

3. Rivestimento di finitura superiore

Il rivestimento superiore è lo strato di finitura superficiale dei pannelli, ed è anche definito piano di calpestio; è in un certo senso l’unica componente del pavimento sopraelevato che consente di conciliare la tecnologia con le esigenze estetiche dei moderni spazi ufficio.
Per quanto riguarda la gamma dei rivestimenti non vi è perciò che l’imbarazzo della scelta:
- Laminato melamminico antistatico
- Granito naturale o ricostituito
- Resiliente in cloruro di polivinile (PVC)
- Marmo naturale o ricostituito
- Linoleum
- Gres ceramico
- Gomma
- Cotto naturale
- Moquette
- Parquet

Copyright Poli Project - Via XX Settembre, 80 - 26013 Crema (Cr) - Tel 0373.251851 - Fax 0373.259617 - P. IVA 01071940199